Adro, arresto Lancini: "Sono Innocente e lo dimostrerò"

Il sindaco arrestato con l'accusa di aver truccato appalti, questa mattina è stato sentito in Procura. Si è rifiutato di rispondere alle domande del gip Cesare Bonamartini

"Sono innocente e lo dimostrerò". Lo ha detto Oscar Lancini, sindaco di Adro nel corso dell'interrogatorio di garanzia avvenuto stamani, dopo l'arresto di venerdì scorso per falso e turbata libertà degli incanti.

Il sindaco leghista, attualmente sospeso e ai domiciliari, non ha risposto alle domande del Gip Cesare Bonamartini ma ha reso solo una dichiarazione spontanea proclamandosi innocente e spiegando nel dettaglio, anche con argomentazioni tecniche, che tutto quanto ha fatto in tema di appalti risulterebbe conforme alla legge.

Il legale di Lancini, l'avvocato Luigi Frattini, ha chiesto per il suo assistito la revoca della misura cautelare dei domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento