Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

Dramma tre le mura di casa a Breno. Lunedì sera, la 43enne Lucia Pelamatti è deceduta a causa di un improvviso malore. La giovane mamma si è accasciata a terra e ha perso i sensi: nonostante l'intervento del 118 e la disperata corsa in ospedale, per lei non c'è stato niente da fare.

Lucia era molto conosciuta in paese. Mamma della piccola Gaia, lavorava alla Rsa Celeri ed era impegnata nel volontariato insieme al marito Massimo Taboni, vigili del fuoco, ed era sorella di Sabrina, assessore nell'ex giunta guidata da Sandro Farisoglio. Lascia nel dolore anche i genitori Giusi e Renato. Alle 17.30 di oggi, mercoledì 11 settembre, in duomo verrà celebrato il funerale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

  • In arrivo due nuovi autovelox: limite abbassato dai 90 ai 70 chilometri orari

Torna su
BresciaToday è in caricamento