Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

Dramma tre le mura di casa a Breno. Lunedì sera, la 43enne Lucia Pelamatti è deceduta a causa di un improvviso malore. La giovane mamma si è accasciata a terra e ha perso i sensi: nonostante l'intervento del 118 e la disperata corsa in ospedale, per lei non c'è stato niente da fare.

Lucia era molto conosciuta in paese. Mamma della piccola Gaia, lavorava alla Rsa Celeri ed era impegnata nel volontariato insieme al marito Massimo Taboni, vigili del fuoco, ed era sorella di Sabrina, assessore nell'ex giunta guidata da Sandro Farisoglio. Lascia nel dolore anche i genitori Giusi e Renato. Alle 17.30 di oggi, mercoledì 11 settembre, in duomo verrà celebrato il funerale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento