Interrogatorio shock: "Giacomo aveva un piano per uccidere lo zio"

A parlare è l'ex fidanzata di Giacomo Bozzoli, il nipote dell'imprenditore di Marcheno scomparso: insieme al fratello Alex e a due operai è indagato per concorso in omicidio e distruzione di cadavere

Mario Bozzoli

La sua dichiarazione in realtà non è nuova, ma è come se lo fosse: anche perchè, in caso di un dibattimento processuale, adesso potrebbe avere il valore di una prova, o quasi. Non perde le sue tinte fosche il caso della scomparsa dell'imprenditore valtrumplino Mario Bozzoli, di cui non si hanno notizie ormai da due anni e mezzo, dall'ottobre del 2015.

L'ex fidanzata di Giacomo Bozzoli, il nipote di Mario (il più giovane, 33 anni ancora da compiere) che insieme al fratello Alex e agli operai Aboagye Akwasi e Oscar Maggi risulta indagato in stato di libertà per concorso in omicidio e distruzione di cadavere, punta di nuovo il dito – come già fatto già a poche settimane dalla scomparsa dell'imprenditore – contro il compagno con cui ha vissuto per tre anni.

Convocata di nuovo in tribunale, nell'ambito dell'avocazione dell'inchiesta che ora è nelle mani della Procura di Brescia. La donna, che con Giacomo Bozzoli si è lasciata da anni, ha confermato quanto ribadito in più occasioni, davanti a giudici e inquirenti. Ovvero che il suo ex più volte avrebbe dichiarato di voler uccidere lo zio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento