Nausea e febbre alta, scout milanesi soccorsi in montagna

L'allarme è scattato nella mattinata di venerdì a Borno: i sintomi avevano fatto pensare ad un'intossicazione alimentare, ma si trattava di una 'semplice' influenza

BORNO. L'allarme è scattato verso le 10.15 di venerdì da un rifugio in località San Fermo, a poca distanza dal  campo tende allestito da un gruppo milanese di scout a quota 1800 metri.  Quattro ragazzi della comitiva - di età compresa tra i 13 e i 16 anni - lamentavano forti dolori all'addome e febbre alta, così si è pensato al peggio: un'intossicazione alimentare.

Sul posto è quindi stata inviata l'eliambulanza che ha trasportato i giovani all'ospedale di Esine. Dopo accurati controlli i medici hanno escluso che si trattasse di intossicazione. I ragazzi sono quindi stati dimessi e potranno riprendere l'avventura. 

Potrebbe interessarti

  • Rimedi naturali per far passare la sbornia

  • Attenzione al ragno violino: cosa fare in caso di morso

  • Mangiare piccante fa bene o fa male? Tutti i segreti del peperoncino

  • La ciclabile dei sogni batte ogni record: in un anno visitata da 325.000 persone

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Esce di casa e scompare: trovato morto nel lago

  • Scendono dall'auto in panne, travolti e uccisi sulla Statale: morti due ragazzi

  • Sfonda il parabrezza, sbalzato sull'asfalto per diversi metri: muore a soli 26 anni

  • Orribile tragedia sulla strada: muore con la testa schiacciata dal camion

  • Tenta il suicidio buttandosi dal terzo piano, grave un ragazzo

Torna su
BresciaToday è in caricamento