Pm10 alle stelle, al via le misure anti-smog

Il «Protocollo per l'attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell'aria», sottoscritto da Regione, Anci, Arpa e comuni entra ufficialmente in vigore da sabato 10 dicembre.

Erano complessivamente 19 i sindaci dei comuni dell’area critica di fascia 1 seduti al tavolo convocato in Loggia e tutti hanno deciso di intervenire. Assente, per scelta, il primo cittadino di Villa Carcina. La convocazione del tavolo da parte del capoluogo è stata necessaria a causa dei ripetuti (oltre i sette giorni consecutivi stabiliti dal protocollo) superamenti della soglia di 50 microcrogrammi per metro cubo di aria di Pm10. 

I provvedimenti: veicoli diesel Euro 3 (circa il 18% del dell'intero parco circolante in provincia di Brescia) fermi tra le 9 e le 17, al pari degli Euro 0 a benzina e degli Euro 0, 1 e 2 diesel (anche nei giorni festivi). Nel caso in cui gli Euro 3 siano veicoli commerciali, il divieto di circolazione è limitato tra le 7.30 e le 9.30. Multe salatissime, fino a 663 euro per coloro che non osservano il divieto alla circolazione, divieto che sarà oggetto di controlli potenziati in tutti l’area coinvolta. Abitazioni e negozi inoltre dovranno limitare al massimo a 19 gradi centigradi il riscaldamento. Divieto assoluto di appiccare fuochi all’aperto e di accendere camini domestici a biomassa legnosa qualora non siano in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle.

I comuni nei quali già oggi, sabato 10 dicembre, si applicano le misure anti-inquinamento previste dal Protocollo Arpa: Brescia, San Zeno, Borgosatollo, Rezzato, Botticino, Nave, Bovezzo, Collebeato, Cellatica, Gussago, Castegnato, Sarezzo. 

I comuni nei quali le misure saranno applicate nei prossimi giorni, quando sarà pronta l’ordinanza: Roncadelle, Castel Mella, Flero, Castenedolo, Concesio, Lumezzane, Marcheno, Gardone Val Trompia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Villa Carcina ha deciso invece di non adottare alcuna misura; secondo il sindaco Gianmaria Giraudini - che comunque non esclude di cambiare idea in futuro, qualora si arrivi a scelte diverse - le iniziative a macchia di leopardo, che non riguardano l’intera provincia, non servono a molto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento