Trova un ordigno nel bosco, gli scoppia in faccia: è in gravi condizioni

Ricoverato in ospedale – con ustioni al volto e alle mani, rischia danni permanenti agli occhi – un uomo di 73 anni residente a Bienno

Si è trovato tra le mani un ordigno dalla forma triangolare, mai avrebbe pensato potesse scoppiargli in faccia. L'aveva trovato in mezzo al bosco, insieme alla moglie: se l'era messo in tasca deciso a portarlo a casa per capire di cosa si trattasse. Altro non era che un piccolo ordigno rudimentale carico di polvere da sparo, e che in effetti è esploso.

L'uomo non sarebbe in pericolo di vita, ma avrebbe riportato ustioni di primo e secondo grado alle mani e al volto, con il rischio di danni permanenti anche agli occhi. Protagonista della sfortunata vicenda un uomo di 73enne residente a Bienno: la piccola ma pericolosissima esplosione è avvenuta tra le mura di casa sua.

Pare stesse armeggiando con un cacciavite, sulla superficie esterna del metallo, nel tentativo di aprirlo: finché improvvisamente non gli è scoppiato in mano. La moglie ha avvisato i soccorsi: l'uomo è stato accompagnato in ospedale in elicottero, a Esine per il pronto soccorso e poi al Civile di Brescia per le medicazioni più complesse, al reparto ustionati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Coronavirus, nel Bresciano quasi 7000 casi e oltre 1000 decessi

Torna su
BresciaToday è in caricamento