In fuga dalla guerra per migliaia di chilometri: rifocillati dagli operai

Due giovani afghani in fuga dalla guerra hanno percorso migliaia di chilometri a piedi e poi nascosti a bordo di un camion: beccati a Bassano Bresciano

Hanno percorso migliaia di chilometri a piedi, e poi altri centinaia e centinaia nascosti nel rimorchio di un camion che dalla Serbia doveva trasportare del materiale fino alla Ideal Standard di Bassano Bresciano: un viaggio lungo mesi, che si è concluso con l'identificazione da parte dei carabinieri della Compagnia di Verolanuova e dell'avvio della pratiche per la procedura di espulsione.

Sono due ragazzi di appena 19 anni i giovanissimi afghani che sono letteralmente “saltati fuori” dal rimorchio di un camion con targa bulgara arrivato a Brescia dopo una sosta in una stazione di servizio tra Serbia e Croazia. Proprio qui i due profughi in fuga da guerra e miseria si sarebbero nascosti nel cassone.

Il conducente del camion ovviamente non si è accorto di nulla, fino all'arrivo nel parcheggio del polo logistico della Ideal Standard di Bassano. I due giovani sono allora usciti dal rimorchio, avrebbero accennato un tentativo di fuga ma per desistere subito dopo. Stanchi e provati da un viaggio così lungo, sono stati rifocillati dagli operai che se li sono trovati di fronte.

In pochi istanti sul posto sono arrivati i carabinieri, una pattuglia che era in perlustrazione a poca distanza. I militari hanno ricostruito l'estenuante viaggio dei due immigrati: partiti da casa alla fine di marzo avrebbero attraversato l'Afghanistan e la Turchia a piedi, proseguendo poi lungo la rotta balcanica appunto fino al confine tra Serbia e Croazia.

Sono riusciti a salire sul camion, nascondendosi per altri centinaia di chilometri. La loro fuga si è però conclusa in provincia di Brescia: sono stati entrambi denunciati per violazione delle norme sull'immigrazione, e presto verranno espulsi dal territorio italiano. Il sogno europeo stavolta si è spezzato a un passo dal traguardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento