Folle assalto all’autobus, rapina e inseguimento in pieno centro

La Polizia di Stato ha arrestato due giovani rapinatori marocchini, protagonisti di un folle inseguimento (in pieno centro a Brescia) all’autobus della linea 15

Foto di repertorio

Folle assalto all’autobus in pieno centro a Brescia: una coppia di rapinatori stranieri, entrambi marocchini, ha preso di mira l’autobus cittadino della linea 15, con l’obiettivo di derubare il conducente del mezzo. Tanto rumore per (quasi) nulla: i due hanno scatenato il panico in città solo per appropriarsi di un orologio Citizen da poco più di 200 euro. Comunque non l’hanno fatta franca: sono stati presi poco dopo dagli agenti della Questura.

Tutto è successo in Via Solferino, non lontano dalla stazione. L’autobus della 15 è stato inseguito e tallonato a lungo da una Ford Focus, a bordo due loschi figuri. Questi l’hanno poi improvvisamente sorpassato, tagliando la strada al mezzo e bloccandone il passaggio.

La rapina e la fuga

Spaventati i passeggeri, gli automobilisti, e l’autista pure: i rapinatori hanno prima cercato di entrare, poi invece l’hanno assalito dal fianco, bloccandogli il braccio dal finestrino e sfilandogli l’orologio. Preso il bottino, si sono dati alla fuga.

Ma per poco, molto poco: l’autista, subito ripresosi dallo shock, ha allertato il 112 e ha ingranato la marcia. Ha trovato la Ford Focus pochi centinaia di metri più avanti, ferma: gli si è messo davanti con il pullman, impedendo loro ogni movimento. Davvero questione di attimi e sul posto è arrivata anche la volante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’arresto in flagranza

E per i due malviventi è scattato l’arresto, in flagranza di reato: gli agenti hanno recuperato la refurtiva, riconsegnando l’orologio al legittimo proprietario. In manette due marocchini di 26 e 34 anni, residenti a Rudiano e Orzinuovi, già noti alle forze dell’ordine per reati specifici. Ma così in avanti, prima d’ora, non s’erano mai spinti. Nelle prossime ore è attesa la convalida.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento