"Sporchi il sedile se appoggi le scarpe", anziano aggredito e picchiato sul bus

Una triste storia, di violenza e solitudine, dal quartiere Fiumicello sull'autobus della linea 9: lunedì sera anziano è stato aggredito e picchiato, e nessuno ha fatto nulla per aiutarlo

Anziano aggredito e malmenato da una baby gang sull'autobus della linea 9: nessuno tra i presenti ha fatto nulla per aiutarlo. Si sono tutti voltati dall'altra parte. Una storia triste, di violenza purtroppo gratuita e di silenzio, anche questo non meno grave: lo scrive il Giornale di Brescia, nel raccontare la disavventura di un uomo di 80 anni che abita al quartiere Fiumicello, a Brescia.

Lunedì sera è salito sull'autobus della linea 9 per andare a fare la spesa, per andare a comprare della passata di pomodoro. C'era tanta gente, sul bus, e lui ha 80 anni: così ha chiesto a una ragazzina di potersi sedere accanto a lei, mentre lei occupava due posti con le gambe distese.

Insulti e violenza

Risposta negativa, e non finisce qui: alla successiva richiesta dell'anziano, che le avrebbe fatto notare di come con le scarpe si sporca il sedile, e così facendo si toglie un posto a chi magari ne avrebbe davvero bisogno, si è scatenata la reazione violenta degli amici della giovanissima, a quanto pare una vera baby gang.

Forse una decina, forse qualcuno in meno: sta di fatto che in rapida sequenza l'80enne viene colpito prima allo stinco, con un calcio, poi spintonato, deriso e insultato, e infine colpito ancora alla nuca. La banda di scalmanati scende alla prima fermata e se ne va. Non prima di aver mimato il gesto della pistola, rivolto all'anziano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nessuno interveniva”

“Sono solo e adesso ho paura”, avrebbe detto l'80enne ferito nel fisico e nel cuore, dopo quanto accaduto. “La cosa triste – ripete al Gdb – è l'indifferenza della gente. Sono stati tutti lì a guardare, però nessuno ha provato ad aiutarmi. Nessuno è intervenuto per fermare i ragazzini, o per impedire loro di colpirmi”. Ma perché nessuno ha fatto niente? Forse su quel bus, oltre alla baby gang, anche un branco di leoni da tastiera.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento