Auto rubate e cannibalizzate: scoperto deposito in riva al fiume

I rottami di due veicoli, rubati nel Bresciano, assieme ad altri pezzi di carrozzeria e componenti d'auto: il tutto è stato trovato al laghetto dell'Oglio nella campagna rudianese.

Immagine di repertorio

Una Seat Leon rubata in città ed una Volkswagen Golf rubata a Concesio: i resti di queste due auto, assieme ad altri parti di veicoli, sono stati ritrovati nei giorni scorsi in località “laghetto” nella campagna rudianese, vicino al fiume Oglio. 

Il boschetto nei pressi del corso d’acqua è stato trasformato in una officina a cielo aperto dove, probabilmente durante la notte, i malviventi hanno cannibalizzato i due veicoli, lasciando sul terreno solo carcasse, pezzi di carrozzeria, i sedili, le marmitte, le targhe (tre, una proveniente da un altro mezzo), e i documenti conservati nei cassettini. Con ogni probabilità i pezzi mancanti sono stati trasportati tramite un camion data la quantità e il peso degli stessi. 

Per accedere all’area è stata abbattuta la sbarra metallica che solitamente impedisce il transito ai veicoli. I carabinieri intervenuti la mattina stessa del ritrovamento sono al lavoro per cercare di capire se i mezzi siano stati rubati per compiere dei furti o solo per ricavare denaro dalla vendita sul mercato nero dei pezzi di ricambio.

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Viaggio al centro della Terra nelle miniere della Valtrompia

  • Bagno al lago dopo i pasti: ma c’è davvero da aspettare 3 ore?

I più letti della settimana

  • Va in concessionaria per provare l’auto nuova: si schianta contro il muro

  • Travolta da un'auto in pieno centro: Jennifer si è spenta in ospedale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

Torna su
BresciaToday è in caricamento