Tragedia in ospedale: neonato muore due giorni dopo il parto

Sarà l'autopsia a fare chiarezza sulla morte del bimbo, avvenuta all'ospedale di Asola

Foto d'archivio

È morto in piena notte, due giorni dopo essere venuto al mondo in ospedale: il suo cuoricino avrebbe improvvisamente smesso di battere, e i medici non avrebbero potuto fa nulla per farlo ripartire. Il dramma si è consumato lo scorso mercoledì nel nosocomio mantovano di Asola, molto frequentato dai residenti della Bassa.

Un decesso sul quale dovranno far luce gli esami effettuati sulla salma del neonato e le indagini avviate dalla procura. Era venuto al mondo due giorni prima del decesso, con un parto naturale, pare senza particolari complicanze, avvenuto all'ottavo mese di gravidanza. Per questa ragione il piccolo era subito stato messo in un'incubatrice.

Una tragedia davvero immensa e al momento inspiegabile. L'autopsia effettuata nelle scorse ore sul corpicino del neonato non avrebbe evidenziato cause macroscopiche e c'è attesa per l'esito degli esami tossicologici.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mazzette per le case finite all'asta: arrestati un immobiliarista e un ex dirigente sanitario

  • Economia

    Nel cuore della valle, affacciato sulla ciclabile: il bar-chiosco dei ciclisti cerca un gestore

  • Cronaca

    Una vita per la famiglia e l’azienda, morto l’imprenditore Silvano Antonini

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 24 al 26 maggio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Si affaccia alla finestra di casa e precipita per 12 metri: muore bimba di 9 anni

  • Al volante ubriaco dopo un matrimonio, si schianta in auto con i tre figli piccoli

Torna su
BresciaToday è in caricamento