Appalti pilotati e mazzette da 75mila euro: in manette sindaco e imprenditori

Blitz della Guardia di Finanza nel piccolo Comune bergamasco di Foppolo: tra gli arrestati anche l'ex sindaco Berera e l'imprenditore bresciano Lima

Foto d'archivio

Una “mazzetta” da 75mila euro per garantirsi affidamenti diretti per quasi 5 milioni di euro: questo quanto è stato smascherato dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri di Bergamo nell'ambito dell'inchiesta su tangenti, appalti truccati e corruzione che ha portato in carcere Giuseppe Berera, ex sindaco del Comune bergamasco di Foppolo.

In manette ci è finito anche un noto imprenditore bresciano, di Gardone Valtrompia, proprio lui che avrebbe versato i 75mila euro poi incassati dall'allora sindaco: si tratta di Sergio Lima, 59 anni, titolare di aziende e società specializzate nella “produzione” e l'erogazione di servizi per lo sci e gli sport invernali.

Secondo quando ricostruito dalle indagini, coordinate dal sostituto procuratore Gianluigi Dettori, l'ex sindaco Berera (che all'epoca era anche amministratore della Brembo Super Ski) avrebbe appunto ricevuto delle tangenti da Lima, utilizzando un conto corrente austriaco messo a disposizione da un altro imprenditore residente a Bergamo, anche lui arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

Torna su
BresciaToday è in caricamento