"Corri nel cielo, guerriero": lacrime e rabbia per la morte di Angelo

La tragedia in montagna: a perdere la vita il 52enne Angelo Mazzelli di Marcheno. Precipitato per oltre 200 metri nel vuoto, mentre correva la Sky Marathon in Valcamonica, non molto lontano dal passo Sellero

La tragedia è sempre inattesa, tanto più quella di domenica. Un volo di oltre 200 metri nel vuoto nei pressi del passo Sellero, una caduta che non sembrava non finire mai. E che non ha lasciato alcuno scampo ad Angelo Mazzelli, 52enne di Marcheno e in gara alla Sky Marathon della Valcamonica. Correva per la New Athletic Sulzano, il suo nuovo team, delle ultime settimane.

La chiamano la “maratona del cielo”. In tutto 42 chilometri, come da programma, ma con 2700 metri di dislivello. E anche gli atleti, diventano i “corridori del cielo”. Ne sono partiti circa 400, tra di loro appunto anche Angelo Mazzelli. Da Marcheno alla valle, alle montagne, una passione che si ripeteva nei vari appuntamenti della stagione.

Era uno “skyrunner”, e tanti come lui. “Le notizie che non vorremmo mai dare”, si legge su Facebook in una delle tante pagine di settore, “un forte abbraccio alla famiglia e agli amici”. La dinamica: dopo aver superato la cima Sellero (a 2750 metri d'altitudine) Angelo Mazzelli stava percorrendo la discesa verso il passo.

Un piede “in fallo”, scrivono gli amici della New Athletic Sulzano, prima che succedesse il peggio. “Noi lo chiamavano il Guerriero – si legge ancora su Facebook – per la tenacia che metteva in ogni gara”. Le sue ultime gare: la Skyrace Trenta Passi, il Trail del Quadrifoglio, da 100 chilometri, il Trail della Val di Nure e dalla Vigolana, da 60 chilometri ciascuna.

“Non dovrebbe succedere mai, e invece purtroppo è successo – ancora parole di cordoglio su Facebook – Per lui il cielo, da adesso, non è più ai confini dei suoi passi, ma sarà per sempre il palcoscenico infinito in cui correrà”.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento