Rapina violenta al parco: ragazzino pestato a sangue per soldi e orologio

La Polizia di Stato ha identificato e arrestato il violento rapinatore che ha aggredito un coetaneo al parco: si tratta di un minorenne di origini albanesi

Giovane e di origini straniere, il suo regno del terrore è finito: botte, minacce, intimidazioni, aggressioni. E' stato identificato e arrestato dalla Polizia di Stato, e ora trasferito in comunità: si tratta di un ragazzino di appena 17 anni, di nazionalità albanese, considerato il “capo” di una baby-gang composta da una decina di giovanissimi, e che negli ultimi due anni si sarebbero resi protagonisti di una vasta gamma di episodi incresciosi. E illegali.

Il più eclatante risalirebbe al 30 aprile scorso, al Parco Italo Nicoletto di Via Armando Lottieri, a Brescia2: proprio a seguito di questo episodio sono scattate le indagini della Questura. Nel dettaglio, erano circa le 23 quando la “banda” è entrata in azione. I ragazzi sono arrivati al parco, forse una decina, e cominciano a infastidire e importunare un altro gruppetto di giovani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' appunto il 17enne a capo della gang a scatenare la violenza nei confronti di un coetaneo che insieme agli amici stava ascoltando la musica con smartphone e altoparlanti. Come un sequestro preventivo, ma violento: gli ha strappato di mano il cellulare senza dargli il tempo di reagire. Poi si è impossessato anche della piccola cassa con cui stava ascoltando la musica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento