San Gervasio: autista aggredito e picchiato da giovane immigrato

L’ennesima aggressione a carico di un autista di autobus, questa volta a San Gervasio Bresciano sulla tratta Saia da Brescia a Gambara. Un giovane reagisce con violenza, lo insulta e lo spintona

Sembra davvero una stagione infinita per gli autisti degli autobus di linea. Come fossero stati presi di mira, in lungo e in largo in tutta la provincia di Brescia. L’ennesima aggressione a carico di un conducente, questa volta a San Gervasio.

Un giovane di origini straniere, residente ad Alfianello. Sale sul bus a torso nudo, e con la musica dello smartphone ad altissimo volume. L’autista deve far rispettare il regolamento, e gli chiede di mettersi una maglietta, e di abbassare l’audio.

Niente da fare. Il giovane reagisce di scatto, aggredisce l’autista a parole e poi lo spintona, finché non lo fa cadere a terra. Una reazione tanto violenta quanto inattesa. Vengono avvisati i Carabinieri, che arrivano rapidamente sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane viene fermato, e denunciato. Non è la prima volta che fa ‘casino’ sugli autobus. Questa volta è toccato al pullman Saia, sulla tratta Brescia-Gambara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento