Adro, inchiesta sugli appalti: indagati in silenzio davanti al Gip

Come il sindaco Lancini, anche gli altri cinque indagati si sono rifiutati di rispondere alle domande del giudice

Oltre al sindaco di Adro Oscar Lancini, oggi in Tribunale davanti al gip, anche le altre cinque persone arrestate venerdì si sono avvalse della facoltà di non rispendere nel corso dell'interrogatorio di garanzia.

Come Lancini, l'assessore ai Lavori pubblici Giovanna Frusca si è dichiarata innocente e ha reso una dichiarazione spontanea ricostruendo in parte il suo operato.

Non hanno risposto alle domande del Gip Cesare Bonamartini anche i due imprenditori Alessandro Cadei e Emanuele Casali, il responsabile dell'area tecnica del Comune di Adro Leonardo Rossi e il segretario comunale Carmelo Bagalà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento