Mamma morta al Civile: a processo i medici accusati di omicidio colposo

Il processo riprenderà a giugno: i medici Emilia Boccheri e Federico Profumo, ginecologi in servizio la notte della morte di Giovanna Lazzari, sono accusati anche di omicidio colposo

I medici si difendono: la ragazza non avrebbe presentato sintomi specifici, e tutta la sua famiglia proprio in quei giorni era stata colpita da una gastroenterite. Ma per la Procura si sarebbe comunque trattato di una “grave negligenza”: i due ginecologi sono accusati di omicidio colposo e procurato aborto.

A pochi giorni dall'ultima udienza il processo è stato riaggiornato: riprenderà a giugno. La vicenda è tristemente nota: la morte della 29enne Giovanna Lazzari, e della bimba che portava in grembo, nella notte tra il 30 e il 31 dicembre 2015. La piccola si sarebbe dovuta chiamare Camilla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era all'ottavo mese di gravidanza, venne uccisa da un'infezione di streptococco. La giovane mamma viveva a Rezzato con il compagno Roberto Coppini, i due stavano già crescendo insieme i figli Mariasol e Alessandro. Si sarebbero dovuti sposare pochi mesi più tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento