Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

La città blindata per Mussolini, tutto rimandato: la cittadinanza rimane

Tanto rumore per (quasi) nulla: in meno di mezz'ora la maggioranza sceglie di rimandare tutto al post-elezioni. E Mussolini rimane cittadino di Salò
Torna a La città blindata per Mussolini, tutto rimandato: la cittadinanza rimane

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Mussolini rimane cittadino di Salò?? Ma si sono a corti che è morto da 74 anni?? Probabilmente gli mandano ancora i bollettini per pagare la TARI!

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Ahahaha

    • Ahahahahshahahahah

  • Perché il problema principale di Salò e di altri comuni italiani è quello di togliere o meno la cittadinanza onoraria a Mussolini ????? Ma per piacere un minimo di serietà grazie !!!!

  • Parto dal presupposto che non condivido l'iniziativa di togliere la cittadinanza onoraria a Mussolini Salò è famosa nel bene e nel male anche per Lui, i luoghi della R.S.I. sono visitati da molti turisti. Ora veniamo alla decisione della maggioranza che ritengo solo ed esclusivamente opportunistica, la paura di perdere voti da parte della maggioranza ha determinato, a mio avviso, tale decisione. Togliere la cittadinanza implicava perdere parte dei voti della destra, votare in senso opposto perdere i voti del centro. Questa decisione è mancanza di coraggio, non è che dopo le elezioni le idee della attuale maggioranza cambiano potevano benissimo esprimersi e metterci la faccia, rimandando il tutto non rischiano nulla se dovessero essere rieletti a prescindere da cosa decideranno. Veramente una brutta figura verso chi ha proposto la mozione, nonché verso le persone e cittadini che si sono riversati in comune.

  • sono pienamente d'accordo con te Fragranza

  • Avatar anonimo di Fragranza
    Fragranza

    Giù le mani dal grande Maestro. Benito non si tocca.

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Bravo, il pelato non si tocca, lo si lascia esposto a testa in giù

Torna su
BresciaToday è in caricamento