Rivestimento pareti, dal legno alla pietra: protezione e design per le mura di casa

Un'idea interessante per la ristrutturazione di casa: il rivestimento delle pareti interne, in legno o in pietra, in marmo o in cemento

Non c'è solo la carta da parati come rivestimento per i muri e le pareti di casa: esistono infatti anche dei rivestimenti in rilievo, che siano in pietra o in legno, utili sia per proteggere le mura interne dall'usura sia per dare un tocco unico e particolare alla nostra abitazione. Una soluzione che negli ultimi tempi sta guadagnando parecchi punti in graduatoria: una vera e propria riscoperta, conseguenza delle ultime tecnologie e delle nuove tendenze di settore.

Perché rivestire le pareti di casa

Sono in particolare la camera da letto e il soggiorno le zone di casa dove è più diffusa la richiesta di un rivestimento delle pareti. Ma perché è utile rivestire le pareti di casa? Innanzitutto, come detto, serve a migliorare la resistenza delle mura interne, oltre che migliorarne l'isolamento, sia dal punto di vista termico che da quello acustico. Gli effetti più significativi, in questo caso, si ottengono con i rivestimenti in pietra.

Non da meno, nella scelta di un rivestimento per mura e pareti, la possibilità di personalizzare ancora di più gli interni della nostra abitazione. Scegliendo colori o motivi particolari, effetti rustici o moderni, sia che si tratti di una casa appena acquistata oppure di un intervento di ristrutturazione. Certo esistono scelte migliori e scelte peggiori: per questo non è da escludere una consulenza specifica, magari con un interior designer.

Tipologie di rivestimenti

Ne esistono tanti, tantissimi: così numerosi che è impossibile citarli tutti. Ma per cominciare, un primo breve elenco può essere utile: a partire da un grande classico, come il rivestimento in legno. Caldo e accogliente per sua stessa natura, per dare un tocco antico e moderno allo stesso tempo. Ampio spazio meritano anche i rivestimenti in pietra: si fa dalle lastre ai cubetti di porfido, l'ardesia e la quarzite, specificità come la pietra di Luserna o la pietra di Vicenza.

Non da meno l'ipotesi di un rivestimento in marmo, ma che (attenzione) di certo è più costoso. I più tradizionalisti possono pensare anche a un rivestimento in veri mattoni: per chi volesse risparmiare, comunque, esistono anche dei rivestimenti in cemento che possono fare l'effetto mattone, grazie a pannelli che ne ricordano la forma, opportunamente dipinti.

Tra le tipologie considerate più moderne ricordiamo la melammina, consigliata per chi ama lo stile minimal, oppure la pietra decorativa (che si presenta in blocchi, come piastrelle), i rivestimenti con effetto mosaico (in ceramica o in vetro, soprattutto per il bagno), oppure vere piastrelle in ceramica, ma con qualche “effetto speciale”.

Rivestimento pareti a Brescia

Queste infine sono alcune aziende specializzate nel rivestimento delle pareti, operative a Brescia e provincia. In città segnaliamo Tempini 1921, nella sede di Borgo Wuhrer (telefono 030 3690411), Eurocarpet in Via Volturno (telefono 030 322241), Ediltech in Via Cacciamali (telefono 030 3581912). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raccolta differenziata, chi la fa meglio: i Comuni bresciani dove si ricicla di più

  • Bonus facciata a Brescia: come ottenere rimborsi fino al 90%

  • Fornaci: un bando per valorizzare l’immobile abbandonato di Via del Mella

  • Termocamino: alternativa efficiente agli impianti di riscaldamento tradizionali

  • Idromassaggio, sauna e bagno turco: ecco la doccia multifunzione

  • Una "casa felice" tra colori, forme e materiali: i segreti del design

Torna su
BresciaToday è in caricamento