Alla ricerca del proprio orizzonte: torna la rassegna “Un libro per piacere”

Incontri con autori di spicco e letture con accompagnamento musicale in ambientazioni suggestive: la lunga passeggiata letteraria nel Sud Ovest Bresciano prenderà il via il 23 luglio a Ospitaletto.

Cercare il proprio limite, con speranza e immaginazione. È l'orizzonte il tema principale della sedicesima edizione di "Un libro, per piacere!", la rassegna di letture spettacolari e incontri con l’autore organizzata dal Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano nei 24 Comuni che lo compongono. Il festival parte il 23 luglio a Ospitaletto, con lo stesso obiettivo di sempre: trasmettere l'idea di lettura come momento di piacere e di emozione, oltre che di crescita personale. La rassegna volge il suo sguardo alle storie – da leggere, da ascoltare, da raccontare – perché rappresentano un piacere e un nutrimento, per la mente e per il cuore.

Proprio sul piacere personale della lettura, come momento di evasione ma anche di crescita, quasi salvezza, ha voluto porre l'attenzione l'assessore alla Cultura del Comune di Chiari, Chiara Facchetti: «L'appuntamento con la rassegna è sempre molto atteso, ormai i cittadini appezzano la proposta e ogni anno tornano a riempire le biblioteche – le infrastrutture culturali di base del nostro territorio – e i luoghi dove si svolgono le serate. Mi piace molto il tema, Orizzonti, una parola che reputo in antitesi con “confine”, una parola che è ricca di significati non banali, che sono certa che verranno declinati nel migliore dei modi, in tante forme diverse». 

Gli orizzonti che verranno raccontati sono quelli della storia, della scienza, della letteratura, dei temi ambientali, il tutto sarà affrontato a volte nei toni leggeri dell'ironia, a volte con la necessaria serietà, ma mai con pesantezza. Gli Orizzonti si coloreranno di molte sfumature, anche nelle formule: nelle trenta serate si alterneranno reading-cabaret, letture-narrazioni, letture-concerto, letture-intervista, incontri con l’autore, dialoghi a più voci, il tutto. Come ribadito dal direttore del Sistema, Fabio Bazzoli, non perdendo mai la direzione della nostra bussola, rappresentata dal libro. 

L'elenco dei 30 appunatementi: clicca qui
 

Alla Biblioteca Paolo VI di Ospitaletto l'onore di aprire la rassegna, con una interessante lettura dedicata alla storia di Ferdinando Magellano ed al suo viaggio intorno al mondo, reso immortale grazie al puntuale e dettagliato resoconto di Antonio Pigafetta, il suo fedele compagno di viaggio che a differenza del capitano – rimasto ucciso in uno scontro avvenuto sulle coste delle Filippine – riuscì a completare la circumnavigazione. La storia dei due verrà narrata nel cortile della biblioteca da Gabriele e Matteo Ranghetti, all'aperto, come per altri due appuntamenti organizzati in cornici particolarmente suggestive come i giardini di Villa Morando a Lograto, o Piazza San Lorenzo a Gussago. La letteratura valorizzerà questi luoghi, che a loro volta renderanno le narrazioni ancora più emozionanti. 

Dopo la consueta pausa della parte centrale di agosto, a fine mese riprenderanno gli appuntamenti. Il 28 agosto a Chiari, nello splendido Quadriportico della Biblioteca Fausto Sabeo gli ospiti potranno gustarsi una spassosissima serata dedicata alle “Parole irriverenti” e alla “Letteratura da ridere”: con Andrea Faini, Filippo Garlanda e Giovanni Colombo al pianoforte si potrà affrontare il rientro al lavoro con ironia. L'ultimo giorno di agosto sarà dedicato alla Luna: a 50 anni dall'allunaggio che tenne col fiato sospeso il mondo intero, si ripercorreranno con le letture di Barbara Mino – lettrice, e al contempo direttrice artistica dell'intera rassegna – le memorabili pagine di letteratura e cinema, tra scienza e fantascienza, dedicate al nostro satelllite.

L'inizio di settembre coinciderà con la riproposizione di una amatissima parabola sul rapporto tra uomo e natura: L'uomo che piantava gli alberi, di Jean Giono, testo fatto rivivere dalla sapiente voce di Luciano Bertoli e dalle note di Davide Bonetti. Accanto alle molte letture, con musica dal vivo, ci saranno come sempre gli incontri con l'autore. Davvero importanti gli scrittori invitati per questa sedicesima edizione della rassegna. Alcuni nomi? Michela Marzano il 16 settembre sarà a Roncadelle, Giorgio Scianna il 25 settembre (con una novità: l’incontro sarà preceduto da un aperitivo-firmacopie con l’autore presso il centro commerciale Elnòs Shopping) sarà a Castel Mella, Alessandro Barbero (grazie a una felice collaborazione con Rinascimento Culturale) il 28 settembre sarà a Travagliato, Maurizio De Giovanni, giallista napoletano in testa alle classifiche da molti anni, il 3 ottobre a Rodengo Saiano, e ancora Wu Ming 2 il 10 ottobre a Rudiano, Stefano Ardito il 29 ottobre a Coccaglio.

Come ogni anno, saranno parecchie le (felici) collaborazioni con realtà d'eccellenza presenti nei Comuni del Sistema Bibliotecario. Grazie ad alcune aziende attente al mondo della Cultura, alcune letture e incontri con l'autore saranno allietati da assaggi e degustazioni. È il caso della serata di Berlingo, presso il salumificio “Il Berlinghetto”, della serata di Castegnato, presso l'Azienda Agricola F.lli Esposto. Grazie alle cantine Mirabella di Rodengo Saiano si farà un brindisi con Maurizio De Giovanni all’Auditorium San Salvatore, e un vero e proprio aperitivo con l’autore al centro commerciale Elnòs Shopping in compagnia di Giorgio Scianna. 

Anche in questa sedicesima edizione si rinnova il felice legame tra Un libro, per piacere! e il Concorso Microeditoria di qualità organizzato in occasione dell'omonima Rassegna, legame che porterà a Rovato, presso l'Istituto Scolastico "Lorenzo Gigli", Stefania Convalle, la vincitrice della Sez. Giovani (16 ottobre), a Castel Mella Giuseppe Grassano, vincitore della sezione Narrativa (22 ottobre) e a Chari Aldo Ungari a Chiari, vincitore del Premio Cogeme (24 ottobre). Paolo Festa, presidente de L'Impronta, associazione culturale che organizza la Microeditoria, da anni partner della rassegna, ribadisce l'importanza e il valore della promozione del libro e della lettura lungo tutto l'anno: «Le buone idee si sostengono e si valorizzano: in quest'ottica ci fa molto piacere collaborare con il Sistema Bibliotecario, e ci fa piacere che le biblioteche sostengano la bibliodiversità proponendo i libri del piccoli editori. Eccezionale il tema degli Orizzonti: non riduciamo la nostra visione ma allarghiamola».

Prosegue la partnership tra il Sistema Sud Ovest Bresciano e Fondazione Cogeme Onlus, in particolare sulla scia del progetto comune avviato nel 2016 e chiamato Biblioteca chiama Terra, un insieme di iniziative a partire dalla Giornata della Terra (22 aprile) che sta mobilitando le biblioteche del Sud Ovest e del sistema limitrofo, l’Ovest Bresciano, intorno ai temi della sostenibilità, del riciclo e dell’economia circolare. Le serate contrassegnate dal logo relativo sono un esempio di questa fondamentale azione di sensibilizzazione e, in particolare, la serata dell’11 settembre che vedrà protagoniste Elisa Vincenzi e Silvia Radaelli autrici del libro per ragazzi Mostrorfano (editore Mannarino), accompagnate dalla Scuola di Armonia Strickler diretta dal maestro Davide Boccardi. Eugenia Giulia Grechi, Consigliere di Fondazione Cogeme: «Fondazione Cogeme crede molto nel progetto Biblioteca chiama Terra, per questo motivo, come in molti altri progetti non vogliamo essere un ente puramente erogativo ma ci teniamo ad organizzare momenti di riflessione sul temi a noi più cari. Sarà così anche quest'anno, grazie alla serata Chi è il Mostrorfano? in programma il prossimo 11 settembre a Rovato. L'occasione sarà utile per affrontare tematiche locali – il Montorfano – che sfociano in argomenti di più ampio respiro, a cominciare dalla sostenibilità. Saranno numerosi gli appuntamenti contrassegnati dal logo “Biblioteca chiama Terra, ci fa piacere che tanti cittadini potranno passare serate divertenti senza dimenticare aspetti legati al nostro pianeta». 

Le parole conclusive della presentazione della rassegna sono quelle dell'assessore di Chiari, Emanuele Arrighetti, Vicepresidente del Sistema Bibliotecario: «Lo sforzo per organizzare il festival è notevole, e i risultati rispecchiano la laboriosità e il grande livello di cooperazione tra le 25 biblioteche del nostro territorio. I numeri sono importanti, e qui parliamo di 30 serate ad ingresso gratuito offerte a un bacino di oltre 200mila cittadini. La nostra missione è quella di aumentare il numero di utenti nelle biblioteche, e in definitiva il numero di lettori. Il consenso che riceviamo dalla cittadinanza è lampante, tangibile: ci dà la forza ad impegnarci ancora di più. Buona rassegna a tutti». 

Nella fotografia, da sinistra: Eugenia Giulia Grechi, Fabio Bazzoli, Emanuele Arrighetti, Chiara Facchetti, Paolo Festa, Barbara Mino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento