Brescia: aria irrespirabile, il Codacons presenta un esposto

Da più di una settimana la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo di Pm10 è stata superata in tutte le centraline Arpa.

La citta di Brescia vive nuovamente il consueto incubo smog: le centraline hanno rilevato i valori sopra il limite già da prima dello scorso week end, ma i veicoli più inquinanti continueranno a circolare fino a venerdì, quando entrerà in vigore il blocco dei veicoli diesel fino agli Euro 3.  Secondo il Codacons, il numero di giornate con pm10 sopra soglia sarebbe di 7/8 giorni senza che siano stati presi provvedimenti cogenti.

"Pur conoscendo le nuove regole regionali, l'amministrazioe bresciana deve intervenire preventivamente per arginare il problema imponendo limiti di velocità in città a 30 km/h, introducendo costi di accesso per chi vuole raggiungere il centro in auto, utilizzando autobus elettrici, rafforzando il servizio pubblico, consentendo l'accesso gratis alla metro nei giorni di superamento del livello massimo di pm10, costruendo piste ciclabili, favorendo il bike-sharing" si legge nella nota dell'associazione dei consumatori, che ' intendendo tutelare la collettività' ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica per danno ambientale e violazione dell'art. 32 Cost. per violazione del diritto alla salute.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: lascia marito e figlie

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

Torna su
BresciaToday è in caricamento