Ritrovate nel fango le ossa di un bambino: sono quelle del piccolo Gabri?

Ultimi giorni di ricerche al lago Lucone di Polpenazze: recuperato lo scheletro parziale di un bambino vissuto più di 4000 anni fa. L'ipotesi che appartengano a "Gabri", il teschio trovato nella stessa zona nel 2012

Straordinaria scoperta al lago Lucone di Polpenazze del Garda: gli scavi coordinati dalla Fondazione Piero Simoni e dal Museo Archeologico di Gavardo – in collaborazione con tre diverse università italiane – hanno permesso di recuperare lo scheletro parziale di un bambino vissuto circa 4000 anni fa, poco prima del 2000 avanti Cristo, morto a soli 2 anni e mezzo e a quanto pare seppellito in prossimità di quelle che erano le palafitte abitate dell'antica Età del Bronzo (circa un ettaro di abitato, là dove c'era un lago che è stato bonificato nel XVI secolo).

La scoperta va ad aggiungersi a quella altrettanto straordinaria del 2012, quando l'archeologo Gabriele Bocchio riuscì a recuperare un teschio ottimamente conservato di un bimbo - chiamato appunto "Gabri" - che si scoprirà morto di otite. E adesso si apre la vera curiosità archeologica: lo scheletro e il teschio erano dello stesso bambino? Oppure come più probabile, avendo trovato dei “doppioni” di ossa del bacino, i bambini sepolti erano due?

Tutto ancora da scoprire. In prima battuta le ossa ritrovate durante questa campagna di scavi saranno inviate a Padova, dove già si sta studiando il teschio, per verificare nei dettagli ogni possibile compatibilità. In ultima istanza non si esclude nemmeno che si possa ricorrere all'esame del Dna.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Guida al limite del coma etilico, poi aggredisce i carabinieri: ragazzo in manette

  • Cronaca

    Portato in caserma per un controllo, dà di matto e devasta la sala d'aspetto

  • Cronaca

    Paura sulla Statale: cinghiali in mezzo alla strada travolti da due auto

  • Cronaca

    Banda assalta una villa, razzia di orologi nella cassaforte: colpo da 50.000 euro

I più letti della settimana

  • Resti umani divorati dagli animali, forse si tratta della piccola Iushra

  • Neve in arrivo sulla nostra provincia, fiocchi attesi in città e in pianura

  • Uccellini proibiti nello spiedo, sospesa la licenza a un ristorante bresciano

  • Il miracolo di Santa Lucia: il piccolo Enea nasce in macchina, sulla Provinciale

  • Paese sotto shock: giovane padre muore a 45 anni, lascia moglie e figlia piccola

  • Folle inseguimento sulla Provinciale: speronata l'auto della Polizia, banditi in fuga

Torna su
BresciaToday è in caricamento