Non vogliono i nomadi davanti a casa, denunciano il sindaco e la polizia locale

La denuncia di un cittadino di Roncadelle, portavoce dei residenti della zona di Via Ghislandi: da tempo una contesa aperta con i nomadi che vivono lì

Foto d'archivio

Una denuncia collettiva (e già depositata) rivolta al primo cittadino, all'ex sindaco, all'Ufficio tecnico del municipio e alla Polizia Locale: il motivo, una difficile convivenza con i nomadi che abitano in Via Ghislandi a Roncadelle, quasi al confine con la Mandolossa. Lo scrive il Giornale di Brescia, che racconta la storia di Andrea Bonometti, il residente che appunto ha denunciato sindaco, tecnici e agenti di polizia.

Sotto accusa ci sono anche l'attuale primo cittadino Damiano Spada e il suo predecessore Michele Orlando: sono stati denunciati per omisione di atti d'ufficio e realizzazione di opere abusive. L'oggetto del contendere è la piazzola in cui vivono alcune famiglie nomadi: il terreno è stato regolarmente acquistato qualche anno fa, ma si tratterebbe di un terreno agricolo con vincoli (e che non sarebbero stati rispettati).

A margine della mera questione urbanistica c'è però anche quella “sociale”. “Abbiamo provato a instaurare una convivenza pacifica – spiega Bonometti – ma col passare del tempo la situazione è sempre peggiorata: degrado, caos, minacce, io stesso sono stato fisicamente aggredito. Si sono verificati episodi che vanno contro il vivere civile, come i roghi appiccati alle roulotte”.

Dal punto di vista amministrativo, è il sindaco stesso ad annunciare che nei prossimi giorni verrà emessa un'ordinanza per la verifica di eventuali abusi. Ma che in ogni caso la zona non è mai stata abbandonata, ma sempre monitorata: attualmente c'è anche un verbale aperto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • è inutile far girare carte e tribunali, LA soluzione è una sola...

  • Ammiro fortemente questa scelta di fare la denuncia a carico del primo cittadino. Sono più che sicuro che a questi cittadini non è mai stato chiesto il parere sul dare un'area, adiacente alla loro abitazione, in mano a veri delinquenti, quali i nomadi. Insieme alla denuncia aggiungerei una richiesta di risarcimento per aver portato al degrado la qualità della vita di questi cittadini. La prossima volta, il primo cittadino, se proprio vuole questa "brava gente", se li porta in camera propria... nemmeno nel suo giardino, dove inquinerebbero l'aria dei vicini.

  • Bravo Bonometti. Ma come sempre...finirà tutto in una bolla

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Attualità

    Colpo grosso al tabaccaio: gioca 3 euro al Superenalotto e ne vince più di 40.000

  • Incidenti stradali

    Terribile carambola sull'ex Statale: tre vetture coinvolte, grave un bimbo di 2 anni

  • Cronaca

    Falsi investimenti per oltre 5 milioni di euro: "Truffati decine di risparmiatori"

I più letti della settimana

  • 300 chili di pesci morti, è una strage: nel lago una rete abusiva di quasi 1 chilometro

  • Muore senza eredi diretti: 2,5 milioni a lontani parenti, agli amici e al suo paese natale

  • "Luci misteriose tra le nuvole": allarme Ufo nei cieli sopra le scuole

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Stroncato da un improvviso malore, Paolo Comini trovato morto in casa

  • Marito tradito se la prende con l'amante della moglie, preso a pugni in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento