Belvedere e ristorante: terrazza 'relax' sulla montagna di rifiuti da 870.000 metri cubi

Fa discutere il progetto di recupero ambientale della discarica Edilquattro di Vighizzolo, Montichiari: un ristorante sulla collina dei rifiuti

Foto di repertorio

Terrazza panoramica con vista sulla pianura circostante, un ristorante, gradinate e tribune per eventi culturali, perfino una statua sulla cima della collina (di rifiuti): sono queste alcune indiscrezioni, pubblicate da Bresciaoggi, contenute nel futuro piano di recupero ambientale della discarica di rifiuti inerti della Edilquattro di Vighizzolo, a Montichiari, un “colosso” sepolto che si estende per oltre 55mila metri quadrati in cui sono stati tombati, negli anni, più di 870mila metri cubi di rifiuti.

Il progetto per il momento rimane tale, ma non è impossibile da realizzare: tutto scritto nero su bianco in una relazione già inviata al Comune, alla Provincia e alla Regione, liberamente ispirata ad altri recuperi del genere già realizzati in Germania, Gran Bretagna, Spagna e Giappone.

Il progetto di recupero ambientale

Il piano di recupero ambientale della zona partirà dalla riforestazione di tutta l'area, appunto da oltre 55mila metri quadrati: un bosco sulla collina di rifiuti, in cui potranno essere piantumati aceri, carpini, ciliegi, noccioli e tigli. Questo il passo che anticiperà le opere edili: come detto, una terrazza panoramica attrezzata con bar e ristorante, e tavoli all'aperto, una sorta di monumento a completare la riqualificazione del cosiddetto “belvedere”.

E poi ampio spazio a gradoni e tribune per assistere ad eventi culturali, o per praticare attività sportive. Non solo: nell'ipotesi progettuale si suggerisce anche il recupero “unitario” delle discariche ormai “esaurite” della zona, così da realizzare un grande parco sportivo adatto alla pratica di mountain bike, jogging, tennis, calcio e pure il golf. 

Un campo da golf in mezzo alle discariche di Vighizzolo? E poi il belvedere, il ristorante, la passeggiata, le tribune. Basterà questo a far dimenticare ai residenti tutto quello che è stato (lecitamente) sepolto là sotto? Meglio tardi che mai. Forse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • "Come un fiore, hai perso i tuoi petali": l'ultimo saluto al piccolo Daniele

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

Torna su
BresciaToday è in caricamento