Una vita da "eremita": il Santuario del Monte cerca un nuovo custode

Un'offerta interessante, e di certo unica nel suo genere

Il santuario della Madonna del Monte

Una storia plurisecolare, in cima alla montagna che sovrasta il paese di Gianico di Valcamonica: è il bellissimo Santuario della Madonna del Monte, edificato per la prima volta nel 1536 e poi ricostruito circa duecento anni più tardi, nel 1752, per poi mantenere la forma che rimane ancora oggi.

Storia e bellezza architettonica a parte, la tradizione si rinnova: perché il prete Fausto Gregori, il “titolare” della parrocchia di Gianico, ha più o meno messo a "bando" la custodia del Santuario, che da poco meno di 20 anni è affidato alla famiglia Aicardi, che però – ormai pare irrevocabile – ha deciso di lasciare.

Passato un custode, se ne cerca un altro: chiunque fosse interessato può telefonare direttamente in parrocchia (al numero 0364 531076) oppure mandare una mail a don.faustogregori@gmail.com. Il futuro “gestore” dovrà occuparsi appunto della custodia del bene, della sua pulizia, di alcune piccole manutenzioni.

L'interno della chiesa è in stile barocco, a una sola navata ma con varie decorazioni e affreschi: il campanile è separato dalla struttura della chiesa, alla sua sinistra, annesso alla casa del custode. In paese lo chiamano ancora “Romit”, come a dire eremita: ma il Santuario non è così lontano, è solo a poche centinaia di metri dal paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la piccola Nina: "Vola per sempre amore mio, la mamma arriva presto"

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • "Amore mio, sposiamoci", ma in realtà gli deve un debito per la cocaina

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

Torna su
BresciaToday è in caricamento