Negli abissi del Garda per il record di sempre: viaggio a 333 metri di profondità

Tra poche settimane il subacqueo polacco Sebastian Marczewski cercherà di battere il record di sempre: scenderà fino a 333 metri di profondità

Sebastian Marczewski

Comunque vada, sarà un'impresa da record: il sub polacco Sebastian Marczewski cercherà di raggiungere l'impossibile, almeno fino ad oggi, immergendosi fino a 333 metri di profondità nelle acque del lago di Garda, a largo di Limone. Così facendo supererebbe il record di sempre, che risale al 2016 ed è stato raggiunto dal palombaro egiziano Ahmed Gabr, “sprofondato” fino a (quasi) 332 metri e mezzo nelle acque del Mar Rosso. Il tentativo di Marczewski rientra nella categoria del “circuito aperto”: significa che per raggiungere quelle profondità gli atleti possono utilizzare delle bombole di ossigeno.

Un gradito ritorno

Marczewski era già stato sul lago di Garda, nell'estate di due anni fa. All'epoca, a largo di Campione, aveva stabilito quello che ancora oggi è il record nazionale polacco: un'immersione fino a 240 metri di profondità. Adesso ci riprova, ma alla grande: quasi 100 metri in più, approfittando delle caratteristiche del fondale, che appunto appena fuori Limone tende a sprofondare vertiginosamente. Non sarà un'impresa da poco: per questo Marczewski è già stato avvistato sul Benaco. Tutto sarà organizzato nei minimi dettagli: in questi giorni, come scrive Bresciaoggi, è già stata preparata la piattaforma galleggiante che lo porterà a largo delle rive gardesane.

Una strategia da record

Ma come farà il “nostro” Marczewski a sprofondare negli abissi del Garda e a battere il record di tutti i tempi? Verrà accompagnato nella “zona X” a bordo della piattaforma galleggiante. Una volta raggiunta la location il palombaro, con appositi strumenti, s'immergerà verticalmente con dei pesi che lo faranno calare più rapidamente. Potrebbero volerci pochi minuti per arrivare alla quota prefissata: appunto, 333 metri di profondità. Ma tutto questo, quando? Tenterà il record probabilmente già alla fine di giugno, massimo ai primi di luglio.

La storia di Marczewski

Marczewski è nato e cresciuto a Stalowa Wola, cittadina polacca di oltre 60mila abitanti tra Czestochowa e Lublino, a circa 250 chilometri di distanza dalla capitale Varsavia. Oggi ha 41 anni. Era un ex militare: è stato in guerra in Afghanistan, dove a causa dell'esplosione di una mina ha subito danni permanenti alla spina dorsale. Si è fatto male, ma non così tanto da rinunciare all'impresa: una volta appesa la divisa al chiodo si è potuto dedicare alla sua più grande passione, le immersioni. Una passione che è diventata il suo lavoro: Marczewski è infatti un istruttore subacqueo certificato.

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Coffin Nails: le unghie a ballerina, la moda del momento

  • Le migliori gelaterie di Brescia

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Orzinuovi, morta ragazza di 20 anni

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • L’auto sbanda e si schianta: giovane barista muore sul colpo

  • Trovato agonizzante e in arresto cardiaco, ragazzo gravissimo

  • Malore mentre prende il sole, è in gravi condizioni: paura al parco acquatico

  • La donna trovata morta adesso ha un'identità: è una 37enne italiana

Torna su
BresciaToday è in caricamento