"Sei solo una putt...", ragazzina di 15 anni perseguitata dai bulli: botte e insulti

Una storia di bullismo purtroppo quotidiano, che arriva dalla Franciacorta: quella di una ragazzina perseguitata da un gruppetto di coetanei, ormai da diversi anni

Ha solo 15 anni ed è costretta a fare quotidianamente i conti con aggressioni verbali e fisiche. Costante bersaglio delle angherie di una banda di bulli del paese, Margherita - nome ovviamente di fantasia - ha paura ad uscire di casa, a frequentare l'oratorio e il parco. Nemmeno tra le mura domestiche si sente al sicuro: "Passano sotto casa nostra e urlano a squarciagola ogni tipo di insulto, dando a mia figlia della prostituta", ci racconta la mamma della ragazzina, di casa in un paese della Franciacorta.

Tutto è cominciato alle scuole medie: un vero e proprio inferno per Margherita. Derisa e presa di mira da alcuni compagni, più volte spintonata. Era la vittima designata di un gruppetto di coetanei: ragazzini, ma pure di ragazzine.  
"Finché era all'interno della scuola la situazione era tenuta sotto controllo dai professori e dal preside: Margherita era seguita da un insegnate di sostengo e da uno psicologo e i 'bulli' tenuti d'occhio", spiega la madre.

Una volta uscita dal cancello dell'istituto, però, Margherita diventava facile preda della banda di ragazzini. Offesa, derisa, isolata, ma pure aggredita durante una festa di paese. Ferite e umiliazioni che hanno lasciato segni e cicatrici anche sul volto della 15enne. Durante la festa di Carnevale dello scorso anno un gruppetto di ragazzini l'ha inseguita e uno di loro le ha pure lanciato sul volto una bomboletta spray, rompendole il sopracciglio.

La corsa a casa e poi al pronto soccorso: Margherita se l'è cavata con 5 punti di sutura. È a quel punto che la madre si è rivolta ai carabinieri, per denunciate l'accaduto e il responsabile dell'aggressione. Nessuna querela è stata però inoltrata: "Mi hanno detto che trattandosi di minori era inutile denunciare - ci racconta la donna - e che ci avrebbero pensato loro a convocare i genitori del ragazzino e risolvere la situazione."

Nulla però sembra essere cambiato, nemmeno una volta finite le scuole medie. "Ingenuamente credevo che ora una volta cambiati scuola e ambiente, venisse lasciata in pace. Ma non è così: la banda continua a prenderla di mira, ogni volta che la incontrano per le strade del paese o passano sotto casa nostra la riempiono di insulti e offese."

Una situazione diventata ormai insostenibile: "Mia figlia soffre di attacchi di panico e ultimamente ha dei seri disturbi alimentari: ha quasi smesso di mangiare. Io non so più cosa fare per aiutarla: ho provato a parlare con i genitori dei ragazzi, ma è stato inutile. Sono arrivata perfino ad affrontate di persona anche uno di loro, che aveva cominciato a perseguitare anche mio figlio minore".

L'ultimo episodio solo qualche giorno fa: "Margherita era al parco e si stava allenando per la gara di ginnastica ritmica, alcune ragazze si sono avvicinate e hanno cominciato a deriderla, minando quel poco di autostima che era riuscita a conquistare."

Cattiverie gratuite, insulti, parole che feriscono nel profondo e lasciano traumi difficili da superare. Margherita e la mamma non vedono più una via d'uscita, se non quella di allontanarsi dal posto dove hanno sempre vissuto: "Sono anni che combatto e provo in tutti i modi a difendere mia figlia, ma ora non ce la faccio più: forse l'unica soluzione che abbiamo è quella di traslocare e andare a vivere in un altro paese".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (19)

  • Una cosa così a mia figlia ? Una certezza , galera io , obitorio loro

    • e non hai risolto il problema, lei resta e pure da sola...... invece andrebbero fatti nomi e cognomi di questi ragazzini e che tutto il paese si schieri contro di loro, contro quello che stanno facendo, contro i loro genitori perché sicuramente sanno e non intervengono, che gli additati siano questi minori facendogli provare un senso di vergogna e di colpa per il loro comportamento........ in modo da spingerli a chiedere scusa alla ragazzina e comportandosi verso lei e chiunque in modo etico e civile

      • Con le gambe spezzate. Si pentono meglio

  • Bho.. Se così fosse gli darei tante di quelle legnate a quei 4/5 piccoli bastardi che finché scampano se le ricordano.. Olio di ricino e manganello

    • Che la prossima volta i bulli , lo fanno da una sedia a rotelle

    • concordo!!! pure un strollata ai genitori...

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Allora prendine un pò anche tu e i tuoi amichetti, che dal 1943 ad oggi ne avete fatte...

      • Caro Voltaire posso permettermi una richiesta? Potresti provare ed esprimere un tuo giudizio o un tuo parere anziché fare solo l’oppositore delle idee (magari anche sbagliare... non giudico) altrui ? Non che sia obbligatorio....ma trovo svilente per una persona che predica cultura (e tu sembri averne..) perdere tempo a contestare gli altri e mai a proferire il proprio pensiero magari sostenuto da idee, fatti concreti e buoni auspici. È solo una richiesta, chissà se ci hai mai pensato. Cordialità. M.

        • Avatar anonimo di Voltaire
          Voltaire

          Michele, ovvio che ho un giudizio, un mio parere personale. Non vedo perché dovrei esprimerlo. Tale deve rimanere. Solo che sono allergico a certe cose. Se trovi svilente che ci sia qualcuno che controbatta a frasi “bruciamoli tutti” o “spezziamoli le gambe” o “olio e manganello” o “feccia umana” o “bagno nell’acido” o “facciamo pulizia etnica” o “morite tutti bastardi” solo per farti un esempio.. per fortuna ho una coscienza con la quale ho un’ottimo rapporto. Caro Walter, rispetto ovviamente la tua opinione e il tuo modo ti porti, ma ti ricordo che non mi invento nulla a differenza di molti, e rispondo con la storia e con la riflessione. 

      • Vedo che del rispetto ed educazione tu non ne sai nulla... Forse sarai cresciuto senza valori.. Ti compatisco

        • Avatar anonimo di Voltaire
          Voltaire

          Hai ragione Walter, meglio una bella gambizzata e la sedia a rotelle vero?  Apprezzo l’educazione, ma meglio forse se tutti riflettessimo un pochino di più prima di scrivere certe cose.

  • e le forze dell'ordine mute??? o se no non è mai stata fatta una denucia alle autorità competenti?

    • ecco cosa è successo con le forze dell ordine „La corsa a casa e poi al pronto soccorso: Margherita se l'è cavata con 5 punti di sutura. È a quel punto che la madre si è rivolta ai carabinieri, per denunciate l'accaduto ...... Nessuna querela è stata però inoltrata...... ci avrebbero pensato loro a convocare i genitori del ragazzino e risolvere la situazione." Davanti a delle lesioni sfiguranti il volto della ragazzina non hanno fatto niente ....... dovevano pagare e risarcire forse a quei teppisti gli sarebbe passata la voglia di schernirla

  • Ma dategli un po di legnate a questi stronzi

  • In effetti tutta la vicenda, per lo meno per come è qui raccontata, è un tantino inverosimile....

  • Ma l origine dei fatti ? Se una cosa nasce e continua nel tempo ... la domanda è ... perché ?

  • Cara Margherita. vattene dal Nord Italia. Anzi vattene proprio dall Italia dammi retta è l unica soluzione...la società italiana è destinata a peggiorare ogni anno di più, quindi se oggi hai dei problemi, immagina tra 5 anni . Saranno quintuplicati ! questo significa che se NON sarai ''''armata'''' per affrontare questa lurida Italia soccomberai. Tanti auguri cara ti auguro ogni bene.

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Purtroppo Fabrizio, ho davvero paura sia così.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Abusi sessuali su una ragazzina di 15 anni: è la figlia dei suoi migliori amici

  • Meteo

    Grandine e muri di fango travolgono ogni cosa, il maltempo fa ancora disastri

  • Attualità

    Il compleanno faraonico di Chiare Ferragni: si è presa l'intero Gardaland

  • Cronaca

    Rivoltella, ristorante Le Muse: il titolare spara a un ragazzo di 33 anni

I più letti della settimana

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Maxi-sequestro da 130mila metri quadri: rifiuti tossici, falda contaminata

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • "Adesso mi ammazzo!": torna a casa ubriaco, si accoltella davanti ai genitori

  • Milano, incidente in A8: morto Maykoll Calcinardi di Riva del Garda

Torna su
BresciaToday è in caricamento