Ariana Grande, Fabio Volo torna sui suoi passi: "I fan hanno ragione a reagire così"

Il lungo post dello scrittore e conduttore radiofonico

Dopo la polemica che lo ha colpito per un commento sulla cantante Ariana Grande, quantomeno inopportuno nei toni e nelle modalità in cui è stato espresso, lo scrittore e conduttore radiofonico Fabio Volo torna sull'argomento e - dopo aver rivendicato in un primo momento la sua opinione - ora sembra fare un piccolo passo indietro. Questo il lungo post pubblicato sulla sua pagina Instagram:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A parte i fans di Ariana Grande, che hanno tutte le ragioni per reagire in questo modo (capisco comprendo... mi avessero toccato i Pink Floyd o Vasco Rossi... va bene va bene così!). Però adesso che tutti gli sciacalli adulti (giornalisti stagisti ruffiani persone piccole redazioni perverse) hanno cavalcato l’onda con titoli ad effetto, estrapolando parole da un discorso fatto di tre interventi di 10 minuti, mi sento di dire una cosa che vorrei fosse chiara: io non darei mai della puttana a una ragazzina... loro (gli sciacalli) lo sanno. Mi conoscono, conoscono il mio modo di comunicare. Loro hanno capito il senso delle mie parole, per questo per rendere tutto ancora più vero si sono perfino inventati che ho due figlie... (sono quasi sicuro di non averle, però sono anche una persona distratta... non so magari boh!). A volte sono volgare e politicamente scorretto, amo provocare ... da sempre. Forse sbaglio... ma questo è un altro discorso. Le mie intenzioni sono buone. I fans di Ariana Grande non sapevano nemmeno chi fossi, per questo su di loro non ho giudizi negativi (forse un po’ per quelli che mi hanno augurato la morte, che tra l’altro per colpa loro a forza di toccarmi le palle le ho consumate). Di questa faccenda non ne parlerò più. Chi mi conosce ha ben chiaro che persona sono. Chi ascolta il programma alla radio conosce l’amore e il rispetto che abbiamo non solo per le donne, ma per tutti gli esseri umani... rispetto per i loro sogni, le loro paure, le loro fragilità. Gli sciacalli avranno fatto qualche like e qualche clic in più... Ma in fondo perdono anche loro... non possono fare di meglio. Però In tutto questo delirio di livore e mancanza di senso, c’è anche una bel finale. Con alcuni ragazzi che mi hanno criticato (senza offendermi e senza usare un linguaggio mafioso ) ci siamo scambiati messaggi in privato ed è stato bello interagire con loro. C’è speranza. Sempre. Le persone intelligenti sono rimaste intelligenti, gli stupidi sono rimasti stupidì e io ho imparato una cosa in più!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento