Neonato morto al Civile, il grido della mamma: "Voglio sapere cosa è successo"

Indagini in corso sulla morte di tre neonati in poco più di una settimana. La mamma del piccolo Marco: “Non accuso nessuno, ma voglio sapere”

La foto pubblicata da Denise Malvicini (fonte Instagram)

La voglia di vederci chiaro. “Tre bimbi deceduti in meno di una settimana, di cui due con infezione batterica sicura. E' strano, soprattutto in un reparto che già la scorsa estate era stato chiuso per il diffondersi di un batterio che provocò decessi e contagi”.

Su quanto accaduto in estate la Procura aveva aperto un'inchiesta, un fascicolo d'indagine per omicidio colposo coordinato dal sostituto procuratore Katy Bressanelli. Si indagava per capire cosa fosse successo, e come fosse potuto succedere: almeno una decina i neonati che erano stati infettati da Serratia marcesens, tra di loro anche il piccolo Paolo che non era sopravvissuto.

L'ultimo saluto

In attesa dell'autopsia, e del via libera della magistratura per organizzare i funerali, per il momento l'ultimo saluto a Marco è stato affidato a Facebook. “Il tuo piccolo cuore ha ceduto – scrive ancora mamma Denise – ma hai lottato fino alla fine. Sei stato un grande guerriero. Sarai per sempre il nostro piccolo angioletto. Buon viaggio amore: dalla mamma, dal papà, dal tuo fratellone Alessandro”.

Potrebbe interessarti

  • Come coltivare i pomodori nell’orto

  • Le 5 migliori piante antizanzare

  • Viaggio al centro della Terra nelle miniere della Valtrompia

  • Biscotto di anguilla, baguette di lumache: i migliori ristoranti bresciani per il Gambero Rosso

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago da tre giorni, ritrovato sano e salvo

  • Frontale in galleria: morta la moglie di un noto industriale

  • Commerciante e padre di famiglia, muore il giorno del suo compleanno

  • Fa il bagno nel lago e non torna più a riva: ricerche in corso

  • Morte di Jennifer, la donna che l’ha investita accusata di omicidio stradale

  • Stritolato dai rulli del laminatoio, operaio perde la vita in fabbrica

Torna su
BresciaToday è in caricamento