La ricca Brescia? Ora non più: sono 1.400 le persone in povertà assoluta

Come un piccolo paese di provincia: a Brescia ci sono 1.400 persone (su un totale di quasi 200mila abitanti) in condizioni di povertà assoluta

Foto d'archivio

Poco meno di uno su cento, poco più di sette ogni mille: è questa la proporzione della povertà assoluta nella città di Brescia. Su poco meno di 197mila abitanti (dato aggiornato al 2017) sarebbero circa 1400 i “residenti” (anche se molti di loro non risiedono, essendo spesso senza fissa dimora) che vivono appunto in condizioni di povertà assoluta. I numeri di un piccolo Comune di provincia.

Il dato è emerso mercoledì sera nel corso del convegno “La grave marginalità a Brescia” in scena nella sede delle Acli provinciali di Via Corsica, organizzato dal Centro servizi per il Volontariato e dal Forumo per il Terzo Settore nell'ambito della “Giornata mondiale contro la povertà”, ciclo di incontri e appuntamenti a tema che si concluderanno sabato 20 ottobre.

All'incontro tra gli altri hanno partecipato Dante Mantovani del Forum Terzo Settore, Silvia Bonizzoni del Piano di zona ambito 1, Eliana Breda dell'Ats Brescia, il presidente dell'Associazione Comuni bresciani Gabriele Zanni, il sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

Il dato cittadino differisce comunque di molto rispetto al dato nazionale: secondo l'Istat sarebbero quasi 5 milioni le persone in tutta Italia a vivere in condizioni di povertà assoluta, quasi l'8% sul totale della popolazione. Numeri che a conti fatti valgono all'incirca dieci volte più che la media di Brescia città.

Le iniziative della “Giornata” contro la povertà continuano per tutto il fine settimana. Giovedì sera è in programma la corsa podistica “CorrixBrescia”, dalle 19. Venerdì alle 20.30 in Cascina Maggia lo spettacolo teatrale “Prima la Povertà: parole, poesie e canzoni di Creuza de Mà”. Sabato mattina un convegno all'oratorio di Via Sardegna con l'assessore Marco Fenaroli e il portavoce nazionale del Tavolo contro le povertà Roberto Rossini. Nel pomeriggio, nel piazzale della stazione, “La notte dei senza dimora”, con distribuzione di materiale di sensibilizzazione, giochi di gruppo e animazione, “condivisione” del pasto serale e della notte in stazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma l’attenzione purtroppo è solo sui migranti!

  • più gli sprechi ed i super ricchi aumentano, più la ricchezza estrema si concentra su pochi, più aumenta di pari passo la povertà ed ignoranza estrema..... è un dato di fatto che l umanità sperimenta fin dalla notte dei tempi. Nessuno può pensare di essere salvo da questo fenomeno nessuno! fino a 10 anni fa, si pensava di aver superato questa condizione umana. Purtroppo da alcuni anni stiamo sperimentando un forte ritorno del medioevo, con l aggravante che quasi nessuno muove un dito per evitarlo nessuno!

  • Purtroppo è vero ,ieri in un supermercato una signora dopo aver fatto una spesuccia di poco più di 10 euro non avendo moneta a sufficienza stava restituendo qualcosa con imbarazzo della cassiera e pure mio ,mi sono sentito in obbligo a intervenire....la signora non era assolutamente una barbona

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Al volante senza patente: folle fuga contromano, poi tenta di investire i carabinieri

  • Incidenti stradali

    Violento schianto all'incrocio nella notte: tre feriti, due sono giovanissimi

  • social

    C'è una nuova panchina gigante: la vista sul lago e su Montisola è stupenda

  • Cronaca

    Assalto al centro commerciale: vetrina sfondata, colpo al bar da migliaia di euro

I più letti della settimana

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Maxi-sequestro da 130mila metri quadri: rifiuti tossici, falda contaminata

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • "Adesso mi ammazzo!": torna a casa ubriaco, si accoltella davanti ai genitori

  • Milano, incidente in A8: morto Maykoll Calcinardi di Riva del Garda

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

Torna su
BresciaToday è in caricamento