Aria malata e inquinamento, i dati shock: a Brescia più di 1000 morti all'anno

Tre al giorno, più di 1000 all'anno: sono i morti per inquinamento a Brescia e provincia. I dati shock elaborati dall'Ats, l'Agenzia di tutela della salute

Foto da Instagram

Sono gli ultimi dati disponibili, pubblicati dal Giornale di Brescia sulla base delle elaborazioni di Ats, l'Agenzia di tutela della salute: circa tre al giorno, più di 1000 all'anno. Sono i morti per l'inquinamento a Brescia e provincia: una piaga che continua a mietere vittime. Anche se, non va dimenticato, nel complesso si vive meglio che mezzo secolo fa, e anche l'aspettativa di vita è più alta.

I dati

Numeri comunque che fanno riflettere. Ogni anno si contano 400 decessi “diretti” da inquinamento, e poi 200 infarti, 165 ictus. Ci sono poi i ricoveri in ospedale: almeno 4000 ogni anno per malattie dell'apparato respiratorio. E questi sono solo gli effetti a breve termine, quelli subito visibili.

Esistono i cosiddetti effetti a lungo termine, non per questo meno dannosi. Si tratta di tumori, malattie degenerative, ma anche malattie allo stomaco, il diabete, problemi respiratori. Insomma una vasta gamma di problematiche che coinvolgono sempre più persone.

L'inquinamento

Bastano 10 microgrammi in più di Pm10 (le polveri sottili) e sulla popolazione si registrano aumenti del 3,9% per i ricoveri in ospedale per problemi respiratori, dell'1,3% di infarto, dell'1,2% di ictus. Certo non è solo colpa dell'inquinamento esterno.

E' un problema (anche) di stili di vita, di buone e cattive abitudini. Ovvio che il contesto non aiuta: oltre agli inquinanti da aria, non vanno sottovalutati gli effetti dei contaminanti che regolarmente vengono assunti con il cibo. Ancora oggi il primo veicolo per il trasporto dell'inquinamento nel nostro organismo. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Il problema a Brescia non è la Caffaro che devasta mezza città e gran parte della Bassa facendo ammalare di tumore migliaia di persone. Neanche allevamenti intensivi e sversamenti abusivi che hanno ridotto a latrine fiumi e canali (vedi polmoniti e legionella). E neppure la cementificazione selvaggia, costantemente denunciata ma mai abbandonata, con cui fantastici sindaci maestri di autonomia rimpinguano le casse comunali e le tasche loro e dei loro assessori...O il termovalorizzatore, che valorizza solo il conto in banca dei boss di A2a.... Il vero problema è il rumeno che ruba la bicicletta!

    • Avatar anonimo di Voltaire
      Voltaire

      Ben detto

    • Mi piacerebbe vivere in una città mediamente salubre e anche ritrovare la bicicletta legata al palo, è chiedere troppo?

  • invece di ricordarci tutto questo fate qualcosa vergognoso!

  • La foto è chiara. Le ciminiere del termovalorizzatore...purtroppo brucia 3 volte in più della sua portata e son convinto anche la plastica che differenziamo

  • Chiudete l’inceneritore!!!Brescia è diventata una Merda,tra odor di cipolle monnezza di tutta Italia e tonnellate di cocaina bruciata.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Mi hanno rubato l'auto, c'è dentro la mia bimba!", ma non si ricordava dov'era

  • Incidenti stradali

    Incidente a Vobarno: auto nel canale, morto Angelo Bonelli di 21 anni

  • Attualità

    Peste suina, scatta l'allarme anche nel Bresciano: "Segnalate i casi alle autorità"

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 26 al 28 aprile: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • La vela si chiude, parapendio precipita a tutta velocità: morto sul colpo

  • Ragazzo scomparso, tragico epilogo: trovato morto in mezzo ai boschi

  • Una scomparsa improvvisa: addio a un giovane pizzaiolo

  • Tragico schianto sulla Statale, morto 27enne bresciano

  • Il dramma di Giordano, ucciso da un tumore a soli 40 anni: "Per sempre nei nostri cuori"

  • Ragazza scomparsa, il terribile ritrovamento: su un pontile scarpe e vestiti

Torna su
BresciaToday è in caricamento