Aria malata e inquinamento, i dati shock: a Brescia più di 1000 morti all'anno

Tre al giorno, più di 1000 all'anno: sono i morti per inquinamento a Brescia e provincia. I dati shock elaborati dall'Ats, l'Agenzia di tutela della salute

Foto da Instagram

Sono gli ultimi dati disponibili, pubblicati dal Giornale di Brescia sulla base delle elaborazioni di Ats, l'Agenzia di tutela della salute: circa tre al giorno, più di 1000 all'anno. Sono i morti per l'inquinamento a Brescia e provincia: una piaga che continua a mietere vittime. Anche se, non va dimenticato, nel complesso si vive meglio che mezzo secolo fa, e anche l'aspettativa di vita è più alta.

I dati

Numeri comunque che fanno riflettere. Ogni anno si contano 400 decessi “diretti” da inquinamento, e poi 200 infarti, 165 ictus. Ci sono poi i ricoveri in ospedale: almeno 4000 ogni anno per malattie dell'apparato respiratorio. E questi sono solo gli effetti a breve termine, quelli subito visibili.

Esistono i cosiddetti effetti a lungo termine, non per questo meno dannosi. Si tratta di tumori, malattie degenerative, ma anche malattie allo stomaco, il diabete, problemi respiratori. Insomma una vasta gamma di problematiche che coinvolgono sempre più persone.

L'inquinamento

Bastano 10 microgrammi in più di Pm10 (le polveri sottili) e sulla popolazione si registrano aumenti del 3,9% per i ricoveri in ospedale per problemi respiratori, dell'1,3% di infarto, dell'1,2% di ictus. Certo non è solo colpa dell'inquinamento esterno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' un problema (anche) di stili di vita, di buone e cattive abitudini. Ovvio che il contesto non aiuta: oltre agli inquinanti da aria, non vanno sottovalutati gli effetti dei contaminanti che regolarmente vengono assunti con il cibo. Ancora oggi il primo veicolo per il trasporto dell'inquinamento nel nostro organismo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento