Bambini prematuri: anche a Brescia 13 decessi ogni 100 neonati

La media del Civile è meglio di quella nazionale: in tutta Italia ogni 100 bambini prematuri che pesano meno di 1500 grammi, 15 non sopravvivono

In gergo tecnico li chiamano bambini pretermine, o più comunemente nati prematuri: sono più di 30mila ogni anno, circa il 6,5% del totale di mezzo milione di nati ogni anno. Sono considerati prematuri tutti i bimbi che nascono prima della 37ma settimana di età gestazionale, ovvero prima del 259mo giorno (a partire dalla comparsa dell'ultimo ciclo mestruale).

Erano tutti prematuri i quattro neonati che sono morti al Civile, ricoverati nel reparto di Terapia intensiva neonatale: dall'ospedale è già stata smentita, con una nota ufficiale, l'eventualità di una forma epidemica comune. Si sarebbe trattata piuttosto di una coincidenza, una terribile e tragica coincidenza.

Ma sull'accaduto indaga la Procura, e non solo: in ospedale sono già arrivati anche gli ispettori del Ministero della Salute, e tecnici e medici della Commissione d'inchiesta dell'Ats di Brescia. A margine dell'inchiesta, le statistiche (nazionali e locali) raccontano del fenomeno dei prematuri.

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • "Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento